Adozione non fa rima con missione

Sono diventata mamma in un ufficio: era pieno di carte, scaffali e persone. Si trovava al primo e ultimo piano di un edificio di cemento cinto dal filo spinato, un cubo ficcato tra una bidonville, con i tetti di lamiera e una foresta rigogliosa che ammantava una valle ritagliata tra gli altipiani.

Trepidavo mentre ci assordavano di informazioni che avrei assimilato settimane dopo. Pensavo solo a come avrebbero reagito vedendoci, sospesa tra aspettative e speranze. Lontanissimi da me gli echi delle voci sottili che insinuavano paure, perché l'essenza di tutto quello che ero stata prima, il senso di quella lunga strada, era a pochi passi da me.

Poi si è aperta la porta e me li sono trovati davanti. Avevano nomi bellissimi e occhi luminosi che raccontavano storie che sono diventate la mia. Capii in un attimo che ero loro da sempre.

 

Manuela Boerci, Consigliere del Comune di Travacò Siccomario (PV), presenta il Libro Vivente "Adozione non fa rima con missione"

photo[@format=177+$offset]/alternate-text

Adozione non fa rima con missione

Prossimi eventi